Nomi e curricula dei consiglieri

Nomi e Curricula dei Consiglieri e Soci Fondatori

ANNA ANTOLISEI

Anna Antolisei è nata, vive e lavora a Torino. Esordisce giovanissima nel giornalismo presso il quotidiano torinese “La Gazzetta del Popolo” (Dir. Giorgio Vecchiato) nel ‘67/’68 e collabora sino alla definitiva chiusura del giornale. Scrive in seguito su riviste letterarie e specializzate in argomenti correlati alla comunicazione in ogni sua forma informativa e culturale.
E’ fondatrice nel 1991 dell’Associazione “L’Arte di Esprimersi” e ne detiene la Presidenza sino al 1996. Per conto dell’Associazione sovrintende all’organizzazione di numerose manifestazioni letterarie e artistiche (Torino, Roma, Napoli, Capri, Milano, Reggio Calabria): scrive contemporaneamente recensioni e critiche all’opera di svariati autori dell’arte contemporanea.
Nel 1993 entra alla Sezione Editoriale dell’ENEL S.p.a. dove si occupa della revisione testi per le pubblicazioni dell’editrice artistica ed universitaria “Teknos” prima nelle versioni cartacee e, in seguito, nelle nuove forme ipertestuali. Le viene contemporaneamente affidata dal ’94 al ’96 la cura della rubrica A tu per tu sulla rivista “Illustrazione”.
Pubblica nel dicembre ’94 il primo libro di narrativa Per troppo amore, per troppo odio (Ed. Teknos) presentato nel maggio ’95 alla Fiera del Libro di Torino.
Nel dicembre ’98 cura la pubblicazione di Aforismi URLati (Fògola Editore), una raccolta di massime inedite interamente pervenute e diffuse in prima istanza via Internet. Con il medesimo editore pubblica nel 2001 Aforismi URLati 2.
Nel 2003 esce sulla Grande Rete la sua opera ipertestuale Voce del Verbo Vivere.
Nel marzo 2004, presso l’editore “LietoColle”, viene pubblicato il suo poemetto dal titolo Il Muro e, un mese più tardi, la terza antologia di massime inedite dal titolo L’Albero degli Aforismi, Edizioni LietoColle. Dà poi alla stampa la raccolta di poesie Sono solo impressioni con Genesi Edizioni.
E’ stato pubblicato, nel 2004, il suo romanzo poliziesco L’altra faccia della Luna, Fògola Editore. Nel 2005, la raccolta di poesie Dialoghi dell’Es che accompagna i quadri di Elena Piacentini. Sempre nel 2005 diviene la curatrice della Collana di narrativa Et nunc Imprimatur per le Edizioni LietoColle.
Nel 2006 pubblica con Fògola Editore il romanzo A mani nude – Nel 2008 il romanzo Madre Indomita e nel 2010, sempre con il medesimo editore, il romanzo Caccia all’innocente assieme al coautore Sergio Bonziglia.
Da diversi anni è impegnata nella lotta per la libertà di espressione come socia del P.E.N. Club Italiano e del Centro P.E.N. Svizzero.
E’ tra i fondatori dell’Associazione Elogio della Poesia”. E’ responsabile culturale dell’Associazione “Il Mondo delle Idee”.
E’ fondatrice e Presidente del Premio Internazionale per l’Aforisma “Torino in Sintesi”. E’ altresì Vicepresidente del Premio Internazionale per la poesia “Rodolfo Valentino; sogni ad occhi aperti”.

**

FABRIZIO CARAMAGNA

Fabrizio Caramagna è nato a Torino nel 1969. Si laurea in Lettere Moderne con una tesi sul poeta torinese Guido Gozzano. E’ studioso del genere aforistico e scrittore di aforismi.
E’ fondatore del blog Aforisticamente,  laboratorio di letture e scrittura sull’aforisma contemporaneo nel mondo e della
collana editoriale Aforisticamente.

Ha curato i seguenti libri:
–  Valeriu Butulescu, Oasi di sabbia – aforismi con traduzione di Alina Breje (Genesi Editrice, Torino, 2011).
Afocalypse, Antologia dell’aforisma serbo contemporaneo, con traduzione di Fabrizio Caramagna e Olja Arsic (Aforisticamente, Torino, 2012).
– Carlo Gragnani, Aforismi 1989-2010 (Aforisticamente, Torino, 2012)

Ha altresì contribuito a creare un ponte e un’agevole via di comunicazione tra gli aforisti italiani e quelli di altre nazioni aventi diverse tradizioni e dissimili modelli di scrittura aforistica. A tal riguardo ha curato la Antologia bilingue (rumeno-italiano con traduzione di Simona Enache) Aforismul în Italia – Antologia Premiului “Torino in Sintesi”, (Editura Focus, Petroşani Romania, 2011) e ha contribuito alla antologia di aforisti italiani Fragmentos de mundo: el aforismo italiano apparsa sulla rivista messicana Cuadrivio (curata dallo scrittore e studioso del genere aforistico Hiram Barrios) e all’antologia di aforisti italiani e spagnoli Posos curata dallo scrittore spagnolo Fernando Menéndez (Gjion, 2012).

Come scrittore di aforismi ha pubblicato:
Contagocce (Genesi Editrice, Torino, 2009).
Linee di seta (Lietocolle, Como, 2012).
La sua opera ha ricevuto  numerosi premi e menzioni tra cui la menzione d’onore al Premio Internazionale per l’Aforisma “Torino in Sintesi”, ediz. 2010,  il premio letterario del Circolo Aforistico di Belgrado “Zlatni Krug” (“Cerchio d’oro”) per la diffusione dell’aforisma serbo (Belgrado, 2009) e la  menzione d’onore al “Premio Naji Naaman” (“Jawâ’iz Naji Naaman al-Adabîyya”, 2011).
Suoi aforismi, editi e inediti, sono stati tradotti in serbo (rivista quadrimestrale Književni pregled, 2010), in arabo (antologia libanese Naji Naman 2011), in rumeno (antologia Aforismul in Italia, 2011), in francese (Revue Point Barre, nr. 11-12 2011), in spagnolo (Cuadrivio, Messico, 2012) e in polacco (Aforyzmy o dogmatach, Miniatura, 2011 a cura di Mieczysław Kozłowski) e Metafora, Kwartalnik literacko-artystyczny nr 2 2012 (83) (a cura di Wojciech Wiercioch).

Sul sito aphorismimundi ha rilasciato una intervista dove parla di aforismi e scritture brevi.

**

MARIA GRAZIA CASAGRANDE

Maria Grazia Casagrande vive e lavora a Torino dove ha conseguito la Laurea in Lingue e Letterature Straniere.
Nel 2005 ha pubblicato con la casa editrice l’Harmattan Italia la raccolta di poesie Le ginocchia sbucciate. Collabora con recensioni di libri di narrativa e poesia a diverse riviste letterarie on-line.
Ha pubblicato le seguenti recensioni:
– Per Alessandro Cora, la raccolta di poesie Poi qualcuno mi dirà cos’è l’amore – l’Harmattan Italia editore.
– Per Allegra Nasi il racconto Fantasy L’ultimo dei Vanderloo – Sovera edizioni
– Per Serena Avezza, il racconto Il filo rosso del destino – Uni service libro edizioni
– Per André Aciman, Chiamami col tuo nome – Guanda edizioni.
Ha lavorato per l’artista albanese Artan Shabani curando una recensione per una sua opera provocatoria intitolata La bambola.
Ha curato la recensione per Torino sommersa opera del pittore torinese Andrea Gatti e per l’opera ‘Istmi’ del musicista Sandro Masoni.
Continua la sua produzione di poesie, e parallelamente lavora alla stesura di un romanzo. Si dedica allo studio del canto e rappresenta spettacoli itineranti in collaborazione con vari Artisti.

**

SANDRO MONTALTO

Sandro Montalto è Direttore Editoriale delle Edizioni Joker, e delle riviste «La clessidra» (rivista di cultura letteraria) e «Cortocircuito» (semestrale di cultura ludica). È redattore e collaboratore di molte riviste letterarienazionali e internazionali («Il Segnale», «Hebenon», «Poesia», «Testuale», «Atelier», «Téchne», «Clandestino», «Cultura & Libri», «Bloc notes», «Testo», «La Battana», «Pòiesis», «Alla bottega», etc.); scrive inoltre su
volumi collettanei e su alcuni giornali.
Fa parte della giuria di alcuni premi letterari, ed è giurato e direttore tecnico del premio internazionale di aforistica “Torino in sintesi”, nonché vicepresidente della “Associazione Italiana per l’Aforisma”.
Queste le sue pubblicazioni in volume:
• Scribacchino, Joker, Novi Ligure 2000 (poesia)
Compendio di eresia, Joker, Novi Ligure 2004 (saggi sulla poesia contemporanea)
• L’eclissi della chimera, Joker, Novi Ligure 2005 (aforismi)
Pause nel silenzio, Signum, Bollate 2006 (poesia)
Crolli emotivi, Lietocolle, Faloppio 2006 (prose; nuova edizione riveduta e accresciuta Cento Autori, Villaricca NA 2010)
Esequie del tempo, Manni, Lecce 2006 (poesia)
Beckett e Keaton: il comico e l’angoscia di esistere, Edizioni dell’Orso, Alessandria 2006, con una nota di Paolo Bertinetti (saggio; in corso di stampa negli Stati Uniti)
Forme concrete della poesia contemporanea, Joker, Novi Ligure 2008 (saggi sulla poesia contemporanea)
Tradizione e ricerca nella poesia contemporanea, Joker, Novi Ligure 2008 (saggi sulla poesia contemporanea)
Monologhi di coppia, Joker, Novi Ligure 2010, con prefazione di Paolo Bosisio (teatro)
Un grosso apostrofo, FUOCOfuochino, Viadana 2010 (prose)
lentinsetti, Pulcinoelefante, Osnago 2011, con immagine di Tania Lorandi (poesia)
Il segno del labirinto, Edizioni La Vita Felice, Milano 2011 (poesia)

Ha inoltre curato molti volumi, tra i quali Umberto Eco: l’uomo che sapeva troppo (ETS, Pisa 2009), Fallire ancora, fallire meglio. Percorsi nell’opera di Samuel Beckett (Joker, Novi Ligure
2009), e Temperamento Sanguineti (Joker, Novi Ligure 2011; con Tania Lorandi).
Ha scritto alcuni testi teatrali. Ha vinto premi per la poesia, per la critica e per il teatro (tra gli altri, Premio “Ernesto Calindri” 2008 per la commedia Monologhi di coppia rappresentata nel dicembre 2008 al Piccolo Teatro “Giorgio Strehler”-Scatola Magica di Milano).
Come musicista, dopo aver studiato pianoforte per molti anni, al momento studia Strumentazione per Banda presso il Conservatorio di Torino, e Direzione di Coro e Composizione privatamente. E’
attivo come direttore di cori e compositore.
Attivo nel mondo della ‘Patafisica, è membro del “Collage de ‘Pataphysique” presso il quale riveste la carica di Reggente di ‘Patafisica Applicata, Blablabla & Mateologia, e dell’Autoclave di Estrazioni ‘Patafisiche.
Ha ideato alcuni libri-oggetto tra i quali l’Aforismario da gioco (2010).
Ha pubblicato anche diversi scritti di argomento musicale e cinematografico su riviste specializzate(«SuonoSonda», «Musicheria», «Costruzioni Psicoanalitiche», «Arts and Artifacts in Movies» etc.).

**

CHICCA MORONE

Chicca Morone è nata a Milano il 21 febbraio 1950 e vive a Torino. Scrittrice, poetessa, librettista e giornalista pubblicista, ha collaborato con Il Giornale dell’arte e l’inserto culturale de Il Sole-24 Ore prima di debuttare in campo letterario con il romanzo epistolare Napoleone mio dolcissimo, Giuseppina amica mia (Bompiani 1989) scritto con Sergio Abeatici.
Hanno fatto seguito Sola sotto il sole (Sonzogno 1990); L’Altro (Bompiani 1991); Sette Madri (Bompiani 1993); la raccolta di racconti Luna d’Amore (Fogola 1994); Oltre, Luna d’Amore, Stelle cadenti (Petrini libreria 1995); Roghi, rospi e ricette (Esagono 1996), Eterna Luna (Alpha Dimensione Vita 2000) e Il soffio della luna (Psiche 2007). In ambito poetico ha pubblicato numerose opere per i tipi del PulcinoElefante; con Genesi la raccolta di poesie Plenilunio d’autunno (2003) e Lo specchio e il sogno (2004) raccolta di haiku illustrati da Enrico Colombotto Rosso; nel 2006 con lo stesso artista ha realizzato in tiratura artistica limitata le raccolte poetiche Virtù dei vizi, Lo zoo di Enrico, Amor ch’a nullo amato, In vino veritas, Eresie erotiche (2007) e il racconto iniziatico Pesco in fiore (2007) con Giuseppe Attini. Nel 2010 Madre Luna e nel 2011 Noi Dee; Noi, le Dee e Noi e la Dea.
Dal 1994 è presidente fondatrice de “Il Mondo delle Idee”, associazione culturale rivolta a coloro che intendono approfondire la ricerca simbolico spirituale.
Ha partecipato a Firenze alla presentazione del manifesto del Mitomodernismo, corrente letteraria che vuole mettere in luce i simboli legati al mito nella realtà contemporanea.
Ha collaborato alla realizzazione della mostra fotografica Lo sguardo di Narciso il cui catalogo Rodolfo Valentino. Una mitologia per immagini, ideato e scritto con Antonio Miredi, ha ricevuto riconoscimenti internazionali.
Per Il Mondo delle Idee ha ideato e realizzato le mostre collettive MagicaLuna (2003), Il bosco magico (2004) e in collaborazione con il PEN Club Italiano la personale di Luigi Mariani Dal ferro all’oro (2004) e L’albero d’oro (2009) curandone di tutte i cataloghi.
Ha operato in ambito teatrale facendo rappresentare in prima al teatro Le Laudi a Firenze nel 1997 Stelle cadenti tratto dall’opera omonima; nel 2005 i monologhi, riveduti e corretti, sono stati messi in scena al teatro Carignano di Torino con il titolo Tra le ali dell’Angelo.
Nel 2009 ha scritto il libretto dell’opera lirica Mister Pinkerton composta dal maestro Oddenino e, nel 2011, Saffo, una donna fuori dal tempo composta dal maestro Sergio Merletti: in entrambe suona le crystal bowls come solista.
Negli ultimi anni ha collaborato con Il Sole – 24 Ore Nord Ovest ritraendo grafologicamente i personaggi più rappresentativi del mondo finanziario e imprenditoriale.
Presiede il premio Rodolfo Valentino-Sogni ad occhi aperti ed è vicepresidente del premio per l’aforisma Torino in sintesi.

**

GINO RUOZZI

Gino Ruozzi (1958) è professore associato confermato di Letteratura italiana nella Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bologna. Dal 2001-2002 è docente del Dottorato di ricerca in Civiltà dell’Umanesimo e del Rinascimento dell’Università di Firenze e del Dottorato di ricerca in Italianistica dell’Università di Bologna.
I suoi studi sono in particolare rivolti alla tradizione italiana ed europea delle forme brevi: aforismi, pensieri, massime, epigrammi, favole, apologhi, bestiari, facezie, dal Medioevo al Novecento. In particolare Leon Battista Alberti, Francesco Guicciardini, Francesco Algarotti, Giacomo Casanova, Giacomo Leopardi, Niccolò Tommaseo, Umberto Saba, Leo Longanesi, Ennio Flaiano, Gesualdo Bufalino, Giuseppe Pontiggia.
Ha collaborato con diversi editori italiani (Arnoldo Mondadori, Einaudi, Rizzoli, Bruno Mondadori, Carocci) e con prestigiose riviste internazionali come “Studi e Problemi di Critica Testuale” e Italianistica”).
Ha pubblicato Francesco Algarotti Pensieri diversi (Milano, Angeli, 1987); Ludovico Carbone Facezie e Dialogo de la partita soa (Bologna, Commissione per i testi di lingua, 1989); Forme brevi. Pensieri, massime e aforismi nel Novecento italiano (Pisa, Goliardica, 1992), Scrittori italiani di aforismi (2 volumi, Milano, «I Meridiani» Mondadori, 1994-1996); Configurazioni dell’aforisma (Bologna, Clueb, 2000); Francesco Burdin Un milione di giorni (Venezia, Marsilio, 2001); Niccolò Tommaseo Pensieri morali (Bologna, Il Mulino, 2001); Epigrammi italiani (Torino, Einaudi, 2001); Favole, apologhi e bestiari (Milano, Rizzoli Bur, 2007); Luigi Pirandello Aforismi (Milano, Rizzoli Bur, 2007); Teoria e storia dell’aforisma (Milano, Bruno Mondadori, 2004); Aforismi d’Oriente (Bologna, Gedit, 2007); e con Gian Mario Anselmi Luoghi della letteratura italiana (Milano, Bruno Mondadori, 2003); Oggetti della letteratura italiana (Roma, Carocci, 2008); Animali della letteratura italiana (Roma, Carocci, 2009); Letteratura di guerra. Testi, eventi, protagonisti dell’arte della guerra dall’Umanesimo al Risorgimento, a cura di G. M. Anselmi e G. Ruozzi, Bologna, Archetipolibri, 2010; Traditions et créativité dans les formes gnomiques en Italie et en Europe du Nord (xiv-xvii siècles ), études réunies par P. Galland, G. Ruozzi, S. Verhulst, J. Vignes, Turnhout (Belgium), Brepols, 2011.